"Non smettere di scolpire la tua propria statua" (Plotino, Enneadi I 6, 9, 13)

lunedì, settembre 9

Premio "Nicoletta Tirinnanzi" - Prima edizione. Bando.

Fonte: Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento

Nel primo anniversario della scomparsa, l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Rufina, istituisce un premio in memoria di Nicoletta Tirinnanzi per valorizzare giovani studiosi che abbiano pubblicato, soprattutto nel corso dell’ultimo anno, studi e ricerche significative nell’ambito della filosofia italiana dall’Umanesimo al Rinascimento, con particolare riferimento alla figura e all’opera di Giordano Bruno.

Importo del premio e commissione giudicatrice: il premio, dell’importo di 3.000 Euro, sarà assegnato al vincitore scelto, con giudizio insindacabile, da una giuria composta da tre membri: il Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e altri due consiglieri dell’Istituto, nominati dal Presidente.

Data di scadenza delle domande: 15 settembre 2013.

Requisiti di ammissione: sono ammessi al concorso studiosi italiani e stranieri che non abbiano compiuto i trentacinque anni di età alla data di età del 14 settembre 2013, e che siano in possesso del titolo di laurea magistrale o del diploma di dottorato di ricerca.

Titoli: Ogni candidato potrà presentare un numero di titoli scientifici non superiori a 5, coerenti con l’ambito di ricerca stabilito dal premio. Almeno due di essi dovranno essere stati discussi o pubblicati nel corso degli anni 2012-2013. Sono ammesse alla selezione le seguenti tipologie di titoli:

- tesi di laurea magistrale;
- tesi di dottorato;
- articolo pubblicato in rivista dotata di codice ISSN;
- saggio pubblicato in volume collettaneo dotato di codice ISBN;
- monografia edita in volume dotato di codice ISBN.

Domande di ammissione: le domande di ammissione, redatte in carta semplice – con indicazione dei dati anagrafici, dell’indirizzo di residenza e/o di domicilio valido, di un recapito telefonico attivo, dell’indirizzo e-mail, del codice fiscale –, dovranno essere inoltrate entro il 15 settembre 2013 all’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, Palazzo Strozzi – 50123 Firenze. Il plico dovrà recare la dicitura “Premio Nicoletta Tirinnanzi – Prima edizione – Anno 2013”. Le domande dovranno, pena l’esclusione, essere corredate da:

a. copia del certificato di laurea magistrale o del diploma di dottorato o autocertificazione corrispondente;
b. copia della/e tesi;
c. copia delle eventuali pubblicazioni;
d. un abstract delle tesi e/o delle pubblicazioni che ne metta in luce i contenuti e l’innovatività (max 2000 battute);
e. copia di un documento di identità valido.

Le pubblicazioni presentate saranno trattenute dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e dal Comune di Rufina; pertanto ogni concorrente dovrà depositare, all’atto della domanda di partecipazione al premio, due copie delle pubblicazioni con le quali intende concorrere. La copia trattenuta dal Comune di Rufina andrà a costituire un apposito fondo presso la Biblioteca Comunale intitolato a “Nicoletta Tirinnanzi”. A tal fine, è necessario che i concorrenti rilascino una liberatoria per autorizzare la consultazione pubblica delle loro tesi di laurea magistrale e/o di dottorato di ricerca.

Esiti della selezione: gli esiti della selezione saranno pubblicati sul sito dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento (www.insr.it) e sul sito del Comune di Rufina (www.comune.Rufina.fi.it). Il solo vincitore sarà avvisato personalmente.

Consegna del premio: la consegna del premio al vincitore avverrà con una cerimonia pubblica che si svolgerà il 26 ottobre 2013 presso una sede messa a disposizione dal Comune di Rufina. E’ obbligo del vincitore presenziare al conferimento del premio. In caso contrario, il premio verrà assegnato al secondo classificato.

Il presente bando è pubblicato sul sito dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, sull’Albo pretorio online del Comune di Rufina e sul sito del Comune di Rufina (www.comune.Rufina.fi.it – Servizi online – Area bandi).


IL PRESIDENTE DELL’ISTITUTO

Prof. Michele Ciliberto

Palazzo Strozzi, nella sede dell’Istituto, 5 luglio 2013


Nessun commento: