Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

Questione dei preti omosessuali: dov'è la vera libertà?

La notizia che vi vorrei proporre di discutere oggi, che poi notizia non è, riguarda una delle tipiche reazioni di determinate associazioni o gruppi che si aggirano nel sottobosco della nostra democrazia e che sono spinti esclusivamente da moventi ideologici e di bassa lega. Nello specifico, benchè la situazione meriti maggiore approfondimento e non sia facilmente riconducibile a categorie di pensiero prestabilite, vorrei discutere il commento di tal Franco Grillini ad un comunicato della "Congregazione per l'educazione cattolica", sul quale potete trovare maggiori informazioni qui. Grillini è uno degli esponenti della comunità che in Italia dovrebbe difendere i diritti degli omosessuali, ma per completezza vi rimando alla sua biografia presente su Wikipedia (qui). Ad avviso di Grillini, le direttive della Chiesa Cattolica presentano una «brutale discriminazione che contribuisce a diffondere il veleno dell'esclusione e del razzismo omofobico». Non solo; Grillini illu…

Sappiamo solo occupare?

Questo scritto ha avuto difficoltà a nascere, perchè non è semplice prender coscienza della chiusura dei propri orizzonti. L'impressione è quella di essere chiuso da ogni lato, di trovarsi davvero tra vasi di ferro, come il simpatico Don Abbondio. Il teatrino della politica e delle manifestazioni di piazza diviene tremendo e insopportabile quando tocca le fondamenta della civiltà. La cultura è una cosa seria, non si può piegare alle esigenze economiche nè alla violenza delle manifestazioni di massa, in cui "non si sa chi decide", come scriveva Heidegger. Ieri sera leggevo un articolo dell'ANSA, a cui come di consuetudine vi rimando (qui) sulle cosiddette "occupazioni" delle scuole superiori e delle università. Questa mattina hanno occupato anche la scuola di mia sorella. Mi torna in mente quella mattina di 3 anni fa, quando formai un "fronte del no" in occasione di una pseudo-occupazione che un caro amico organizzò al nostro liceo: subito rimasi c…

Associazione culturale "Officina Ortona"

E che dire di una società che non impiega il massimo della sua forza biologica, quella che i giovani esprimono dai quindici ai trent’anni, progettando, ideando, generando? […] Non è in questo prescindere dai giovani il vero segno del tramonto della nostra cultura?

U.Galimberti, L’ospite inquietante, Feltrinelli 2007

L’Associazione Culturale “Officina Ortona” si propone di avviare una serie di dibattiti su qualsiasi tematica, fatto o questione riguardante la quotidianità del vivere cittadino. Gli incontri hanno l’aspetto di “laboratori” ovvero di spazi aperti ad ogni iniziativa e proposta in cui ognuno possa partecipare attivamente, esprimendo in libertà il proprio punto di vista e dando il proprio contributo nella forma e nelle modalità che preferisce. Il laboratorio è rivolto a tutti cittadini, in particolar modo ai giovani, che difficilmente hanno a disposizione un luogo dove discutere e crescere insieme. L’intento è quello di creare un gruppo compatto che sappia “pensare insieme” e c…

Dio in tribunale?

Noi studenti di filosofia siamo abituati alla messa in discussione radicale di ogni asserzione e di ogni principio. Nelle pagine finali della Kritik der reinen Vernunft, Kant chiama dinanzi al "tribunale della ragione" i concetti metafisici di Dio, dell'immortalità dell'anima e della libertà. L'acuta critica del filosofo vibra nel cielo della ragione, è la colomba che vola, eppure c'è chi ha pensato di far vibrare fisicamente determinate accuse. Leggo difatti, con stupore, su Repubblica, la notizia di un senatore americano che ha intentato una causa contro Dio, ritenuto responsabile di continue "minacce terroristiche" e di "terremoti, uragani, guerre e nascite di bimbi con malformazioni". Vi rimando direttamente alla pagina citata (qui), anche perchè sarebbe sgradevole dover commentare ulteriormente.

Una questione di "tolleranza religiosa"

Ieri notavo un breve commento apparso su "Il Foglio" (qui) nel quale si metteva in discussione "la provocazione lanciata da tre consiglieri regionali liguri del centrodestra" di mettere a referendum la concessione o meno di costruire un "edificio destinato a ospitare riti religiosi". Premetto che l'occasione di tale tematica giunge soprattutto dalla discussione del post Ai figli il cognome della madre. Perchè? e in questa occasione pretendo di allacciarmi alla politica nel senso originario, prescindendo dal calderone attuale. Ci tenevo a precisarlo per evitare che qualcuno possa leggere, tra le righe, alcuni ipotetici riferimenti a precedenti parapiglia avvenuti in questa sede (questo in particolare). Entrando nel merito dell'articolo, inizierei con il puntualizzare un elemento decisivo: la critica che mi sento di muovere non è tanto alle conclusioni, con le quali sostanzialmente sarei persino in accordo, bensì al percorso e ai motivi che le sorre…

L'infedele

Volevo segnalarvi che da quest'anno il programma televisivo di Gad Lerner, L'infedele, è visibile integralmente su internet al sito dell'emittente televisiva La7. (qui) Per quanto possa esser sgradevole far pubblicità, ho ritenuto opportuno avvisarvi di questo passo avanti verso il mondo della libertà di pensiero, perchè la cultura non può essere soggetta ad alcun copyright: la cultura non è di qualcuno ma è di tutti e deve essere fruibile immediatamente per tutti e non in formato "mini" (video-riassunti di 10 minuti). Le motivazioni del mio invito a seguire la trasmissione di Lerner non sono certo circoscritte alla nota precedente: la considero davvero "la migliore" del piccolo schermo, sia per la saggezza con cui viene condotta, che per l'efficacia dei temi, sempre pregnanti e mai scelti per "moda". Inoltre la "statura" intellettuale degli ospiti presenti è sempre motivo di interesse e qualità di risultati. A proposito di ospit…

Video-intervista

Vi segnalo una divertente "video-intervista" che l'amica Maria ha realizzato e montato in occasione del festival della filosofia di quest'anno. Dopo aver pranzato con il classico cestino filosofico, ci siamo seduti a chiacchierare spensieratamente in Piazza Grande a Modena, in attesa di J.L. Nancy ed è venuto fuori questo video (ben montato). I temi trattati sono il caffè filosofico, in particolare quello di Pescara e i "nuovi arrivi" ad Ortona, con una breve anticipazione sulla nostra iniziativa (Officina Ortona).

Guarda il video

Francesco d'Assisi

Ma perch'io non proceda troppo chiuso,
Francesco e Povertà per questi amanti
prendi oramai nel mio parlar diffuso.

La lor concordia e i lor lieti sembianti,
amore e maraviglia e dolce sguardo
facieno esser cagion di pensier santi;

tanto che 'l venerabile Bernardo
si scalzò prima, e dietro a tanta pace
corse e, correndo, li parve esser tardo.

Oh ignota ricchezza! oh ben ferace!
Scalzasi Egidio, scalzasi Silvestro
dietro a lo sposo, sì la sposa piace.


Dante Alighieri, Divina Commedia; Paradiso, Canto XI
Ho avuto difficoltà a trovare il modo di introdurre degnamente la figura di Francesco d'Assisi per il profondo rispetto e gratitudine che serbo nei suoi confronti e per questo motivo ho deciso di affidarmi alle terzine del Sommo Poeta, insuperabile nel dipingere l'amore e la spiritualità. Francesco d'Assisi si spense il 3 ottobre 1226 nella chiesetta della Porziuncola, il luogo dove volle tornare prima della morte, "ch'el meritò nel suo farsi pusillo"(Dante). La spir…