"Non smettere di scolpire la tua propria statua" (Plotino, Enneadi I 6, 9, 13)

domenica, settembre 7

Lettera di Sgarbi al Corriere su Veltroni

Volevo farvi leggere la lettera che Sgarbi ha inviato al Corriere della Sera, commentando la campagna a favore del parcheggio al Pincio, di Roma, che l'ex sindaco Veltroni sta portando avanti contro il veto di Alemanno. Le osservazioni di Sgarbi sono pungenti e per quanto io non voglia entrare nel merito vista la mia ignoranza in materia, tutta questa voglia del leader del PD di far guadagnare soldi ai costruttori non mi lascia indifferente. Mi domando dove mai potrà andare a finire quest'immagine "correct" della sinistra e quando gli italiani si renderanno conto della grande ipocrisia che li sostiene, di quanto abbiano le mani in pasta con i poteri forti. Ha ragione Sgarbi: «ai poveri i parcheggi non servono». Un favore: rileggiamoci Pasolini.


8 commenti:

Marco Apolloni ha detto...

Mah... Alemanno difensore dei poveri suona un po' come Rocco Siffredi difensore della castità! Poi se la fonte è Sgarbi sicuramente, fossi in te, avrei qualche dubbio sulla sua esibita filantropia. Lui dei poveri se ne infischia, a meno che non si tratti di ragazze povere ma belle...
Saluti,

MA

Andrea Fiamma ha detto...

Quel che dici su Sgarbi e Alemanno potrebbe anche essere vero, tuttavia perchè non ragionare su ciò che i due han detto? Dopotutto gli stessi tipi di dubbi li posso esprimere su Veltroni e ben s'intende che andando avanti su questi binari non se ne esce. Se tu trovassi scritto "ai poveri i parcheggi non servono" non lo sottoscriveresti? Io sì e lo faccio anche se a dirlo è il peggiore capitalista.

Marco Apolloni ha detto...

Roma è una grande città e in una grande città non sono d'accordo che solo i ricchi hanno le macchine. A meno che tu per poveri non intenda i barboni e questo è un altro discorso, poiché si tratta di una piaga sociale non da poco e merita una più approfondita riflessione.
Ovvio che per fare un parcheggio si ha bisogno di un costruttore. Credo converrai con me che, sia se ne scelga uno oppure un altro, qualcuno pur sempre ci dovrà guadagnare. E anche qui sarebbe un regresso a non finire, se stiamo a vedere tutto.
Di quello che dicono certi personaggi, vedi Alemanno e Sgarbi, non mi fido molto, specialmente di quel che dice il primo. Uno che è stato capace di dire ad una ragazza olandese stuprata nella periferia romana, che se l'è andata a cercare, penso proprio che abbia dimostrato tutta la propria sensibilità personale e il proprio acume politico. E pensare che ha vinto la campagna come sindaco a Roma, impostando tutta la sua propaganda sulla sicurezza, per di più - ipocrisia delle ipocrisie - quando hanno stuprato e ucciso quella poveretta italiana era fra quelli che si sono maggiormente indignati e hanno sfilato nel corteo di protesta contro l'allora sindaco Veltroni...
Non trovi sia quanto meno legittimo diffidare delle buone intenzioni di un Alemanno simile?
Non mi esprimo poi su Sgarbi, perché credo che già lui si esprima abbastanza su se stesso, perciò basta e avanza...
Sai, checché tu mi dica, non ci credo in simili paladini dei poveri, combattenti per una giusta causa. Dopo un periodo di disillusione politica, sto ritornando a vederci chiaro come una volta. Lasciando perdere Veltroni - che non ha di certo bisogno di me per difendersi -, io credo che ai politici odierni di destra non importi un beneamato "piffero" della povera gente. Se è vero che esiste una classe politica che cerca - pur non sempre riuscendovi - di difendere gli interessi della povera gente, quella senz'altro non è la destra!
Non facciamo di tutta un'erba un fascio, non tutti i politici sono uguali. Così come: non per tutti la legge è uguale, ma per alcuni è più uguale che per altri...

Detto ciò, complimenti anche a te per il blog. Più gente siamo a creare simili progetti multimediali e più facciamo bene alla democrazia del nostro paese. Per quanto non la pensi come Grillo e non creda che i blog - ancora no almeno - riescano ad influenzare l'opinione pubblica nazionale, tuttavia sono convinto che essere in molti a dire cose sensate su internet sia già un buon inizio, che in tempi di "vacche magre" come questi: non è molto, ma neppure poco...
Saluti (da blogger a blogger),

MA

Andrea Fiamma ha detto...

Premessa: non si parla di Un parcheggio, ma di un parcheggio al Pincio, cosa differente.

Tu hai affermato alcune cose su Sgarbi, Veltroni e Alemanno spiegando come la vedi ma senza dare motivazioni a cui io possa rispondere :)

Grazie per i complimenti, sì sono sulla tua stessa linea per quanto riguarda Grillo e i bloggers. Ma ti confesso una cosa: scrivo sul blog per piacere personale e per provare a creare un luogo "virtuale" dove discutere con calma con amici vicini e lontani e i possibili o presunti riflessi sul nostro paese e sulla nostra democrazia, ovvero quanto Grillo auspica, non mi interessa.

Ciao!

LUCA ha detto...

Si inizia con la «qualità della vita dei romani e dei turisti»; si continua con una affermazione dietro alla quale c'è più la Fendi che un ministro per i Beni culturali: «Restituire i gioielli di Roma all'umanità». Invero, è bene diffidare di chi parla di «scrigni», «gioielli», «perle», «giacimenti» «petrolio», per intendere «le mura», «gli archi», «le colonne » «i simulacri» e «l'erme», le «torri degli avi nostri». Anche la terminologia ha un significato: evitare di accostare terme antiche e acque salubri al petrolio.
E solo con questa citazione dall'articolo segnalato da Andrea che ci si chiede come sia possibile parlare male di Vittorio Sgarbi e difendere quell'analfabeta di Veltroni.
Forse bisogna essere più ignoranti di lui per crerdere in ciò che dice o ancor di più per capirlo.

Ti consiglio vivamente caro Marco di leggere qualche scrittura ( non Libri )di Veltroni e poi tornare a parlare.

Quando si dice che ai poveri i parcheggi non servono penso si intenda chiaramente che sia più importante per i poveri avere un parco o comunque zone frequentate come "il pincio " (che ti ricordo è accanto a un parco enorme di cui non ricordo il nome)che parcheggi inutili poichè algiorno d'oggi nn possono più permettersi la benzina o comunque non hanno tanti problemi a girare con le metropolitane...non come i ricchi o i politici che non si abbasseranno mai al livello di noi animali che ci spostiamo con dei carri bestiame.

Marco Apolloni ha detto...

Grazie per l'ignorante, soprattutto visto che ci conosciamo bene io e te, "caro Luca". Conosco il Pincio e scusa se la penso diversamente da te. Da come vedo che difendi Sgarbi e attacchi Veltroni capisco come la pensi e rispetto per carità, l'opinione tua come quella di molti altri italiani - la maggioranza, a dire il vero. A differenza tua non ti do dell'ignorante, visto anche che non ti conosco e che non è nel mio stile insultare gli sconosciuti. Comunque sarai contento, adesso c'è l'ottimo sindaco Alemanno a difendere i valori della romanità, nonché Vittorio Sgarbi difensore supremo dei Beni Culturali. Ciascuno ha chi si merita...
Cari saluti a tutti (mio ultimo commento a questo post, che mi guarderò bene dal visitare ancora)
W Veltroni!
:o)

MA

Andrea Fiamma ha detto...

Dai Marco non te la prendere,
Evitate di attaccarvi, non vorrei censurare o intervenire nei commenti.

Luca ha detto...

Ti cito perchè hai scritto una bella cosa
Ciascuno ha chi si merita...

infatti direi molto ironicamente che Roma dopo ben 15 anni di "governo di CENTROSINISTRA" è sicuramente la città migliore del mondo sotto tutti gli aspetti.

Ora pretendi anzi pretenderte voi Veltroniani di scaricare tutto su Alemanno.
colpa sua gli extracomunitari colpa sua tutta la merda che c'è a roma colpa sua i 15 anni di danno provocati da Veltroni e il suo caro amico Rutelli e adesso arriva Alemanno e deve mettere tutto apposto in un giorno.

anch'io se succedesse qlkosa ad una ragazza che va in giro per san Donato di pescara direi se l'è andata a cercare xkè so ke quel posto non è sicuro la colpa nn è di certo del prossimo sindaco di pescara che evidentemente nei primi giorni del suo mandato si troverà in difficoltà nel commentare una notizia simile...concordo magari con te che alemanno nn ha usato un'espressione molto felice per commentare il fatto cmq è quello ke tutti avremmo pensato nel caso dell'esempio sopra.

tutto questo solo per dire che Roma fa schifo e nn di certo per le decisioni di alemanno quindi Veltroni prima di parlare ci pensasse 100000000 di volte.