"Non smettere di scolpire la tua propria statua" (Plotino, Enneadi I 6, 9, 13)

martedì, gennaio 19

Beniamino ed Ermanno Fiamma, una magnifica vittoria sul libro della scienza italiana

ORTONA 30 GENNAIO 2010
ore 17.00
SALA EDEN


Relatori:

- Ing. Giuliano Franceschi (Ass. Amici del Museo Navale e della Storia)
- Prof. Antonio Falcone (Presidente Ass. Storia Patria sezione di Ortona)

Modera:

- Dott. Andrea Fiamma (Presidente Ass. Officina Ortona)



Nel Golfo di La Spezia nel 1924 l'esperimento di un MAS a controllo remoto.

Due inventori italiani con l'aiuto della Marina Militare anticipano di 80 anni la realizzazione di un Unmmanned Surface Vehicle. In un libro del dott.Sergio Del Santo, dedicato alle copertine della "Domenica del Corriere" riguardanti La Spezia ne troviamo una che parla di un esperimento, fatto nel 1924 dagli inventori Ermanno e Beniamino Fiamma, di eseguire il controllo remoto del MAS 223. La cosa avvenne dal torrione del Varignano, grazie all'appoggio che la Marina Militare Italiana diede a questa iniziativa, come anni prima aveva fatto con Guglielmo Marconi.

Il valore scientifico dell'iniziativa è notevolissimo, come l'attualità che esso conserva, in quest'epoca in cui le forze armate di tutto il mondo si stanno dotando di mezzi senza uomini a bordo per missioni di sorveglianza e difesa attiva. La conferenza nasce da ricerche mirate sul tema tecnico e sulla figura degli inventori nostri concittadini.

Queste due linee di ricerca hanno portato ad acqui-sire un notevole bagaglio documentale relativo ai seguenti aspetti principali:

1) Le ricerche condotte dagli Inventori Fiamma sfociarono in un Brevetto rilasciato negli Stati Uniti. Tale fatto è sicuramente molto importante, tenuto conto di quanto fosse aleatoria all’epoca la tutela della proprietà intellettuale specie negli USA verso gli stra-nieri.

2) Le ricerche hanno permesso di trovare a L’Aquila il figlio ed il nipote di Beniamino Fiamma. Essi hanno fornito molto prezioso materiale sull’argomento. Soprattutto il testo di una relazione sugli esperimenti a La Spezia con dettagli molto interessanti da cui si evince il rigore scientifico con cui i Fiamma e la Marina Militare condussero le prove.

3) Ulteriore area di ricerca è stata verso il Politecnico di Milano presso il quale Beniamino Fiamma conseguì la Laurea in Ingegneria. Dal Politecnico sono stati trovati altri interessanti documenti. In particolare uno di essi rivela un aspetto molto significativo: Beniamino sospese gli studi per aiutare il cugino a condurre la sperimentazione a La Spezia.


5 commenti:

Tommaso ha detto...

l'articolo sembra interessante, tuttavia... non ho capito molto!!!

Di che si tratta? :$

Andrea Fiamma ha detto...

Ciao Tommaso, grazie per il commento.
Te vieni alla Sala Eden il 30 gennaio e ne capirai di più!
:D

Antonio Orlandi ha detto...

Carissimo Andrea,
come ti ho anticipato a voce, nella locandina che invitava alla conferenza in oggetto, ho trovato che :
1) la dicitura in inglese di veicolo telecomandato (senza la presenza a bordo di esseri umani) non è sicuramente alla portata di tutti, per cui l'interesse verso questo argomento potrebbe non essere incentivato.
2) La didascalia della foro che ritrae gli ingegneri Fiamma in compagnia di un ufficiale della M.M.I., è errata in quanto l'ufficiale in questione apparteneva alla Regia Marina (l'anno era il 1924).
A parte questi piccolissimi peccati veniali, mi congratulo per questa iniziativa, che spero sia la prima che riporti alla memoria quelli Ortonesi che in vari campi si sono fatto onore:
Gennaro Pistone M.A.VM. e inventore
Ufficiali del R.E. appartenenti alla Fam. Albertazzi tutti decorati
Gori Castellani Medaglia d'oro al valor Aeronautico
pori continuare, ma non mi sembra il caso, comunque complimenti e a presto.

Antonio Orlandi

P.S.
Gli inviti potrebbero essere portati anche alle varie istituzioni militari presenti ad Ortona, es. Guardia Costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza estc.

Andrea Fiamma ha detto...

Grazie Antonio per il messaggio, i complimenti e per la chiacchierata di ieri. Accetto volentieri le indicazioni e in futuro ci farò caso. In effetti la dicitura M.M.I. è stata scritta un po' superficialmente, senza pensarci. Nel 1924 c'era tutt'altro!

Ci vediamo il 30.
Saluti!

Gianni di Gregorio ha detto...

28 Gennaio 2010
ore 15:00

Consiglio comunale

Protesta contro la delibera
per l’intestazione di una strada a
Giorgio Almirante.

Pubblica, please.